Laser per tatuaggi

rimozione macchie e tatuaggi a torino: con il laser è possibile!

Il dottor Falone è specializzato in rimozione di macchie e tatuaggi. La cancellazione di depositi epidermici di pigmento come le macchie senili, di localizzazioni dermiche di pigmento dovute al melasma o a tatuaggi lo specialista utilizza un laser capace di emettere impulsi luminosi ad alta energia di brevissima durata nell'ordine di nano o pico secondi e definiti come Q-switched. Se il pigmento da eliminare è localizzato sull'epidermide verrà impiegata una lunghezza d’onda di 532 ηm, tipica del KTP laser, mentre se è a livello del derma verrà impiegata una lunghezza d’onda di 1064 ηm, tipica del laser a Neodimio-YAG. Nel Poliambulatorio Agresti di Bologna è disponibile un laser CONBIO che è dotato delle caratteristiche richieste per la rimozione di macchie e tatuaggi e che, nonostante i risultati immediati, non dà mai esito a fenomeni cicatriziali.

Eliminazione laser delle macchie senili

Specializzato nella rimozione di macchie e tatuaggi il dottor Falone a Torino cancella le macchie senili impiegando il laser KTP: la fluenza utilizzata varia da 2,2 a 3 J/cm², mentre la lesione viene colpita con una ripetizione degli impulsi a 2 Hz. A seguito del trattamento la lesione dapprima diventa bianca, per un effetto frosting, e nelle ore successive assume un color porpora scuro; successivamente si formerà una crosticina che dovrà essere medicata tutte le sere con gentamicina in crema. Nell’arco di una settimana la crosticina cadrà senza dar origine a cicatrici e dovrà essere protetta dal sole con un adeguato filtro solare fino a quando la pelle non avrà assunto il suo normale colorito. 

Terapia laser per il trattamento del melasma

La terapia del melasma operata dal dottore di Torino varia in base al livello di deposizione: nelle forme più superficiali la lesione è responsiva all'azione di un laser ablativo come il Fraxel, mentre quando la deposizione è più profonda è necessario ricorrere ad una radiazione luminosa di 1064 ηm in modalità Q-switched. In questo caso si seleziona una fluenza del laser variabile tra 6 e 8 J/cm² e con una ripetizione degli impulsi a 10 Hz. La lesione viene colpita fino a determinare un infarcimento del derma con la comparsa di una colorazione porpora, che nelle ore successive si trasforma in crosta. Il paziente dovrà applicare gentamicina tutte le sere fino alla sua caduta; a guarigione avvenuta si dovrà applicare una soluzione di idrochinone al 4% fino alla successiva seduta. Per ottenere una buona attenuazione o cancellazione del melasma il trattamento dovrà essere ripetuto mensilmente.

Rimozione dei 
tatuaggi

Cancellare i vecchi disegni sulla pelle non più desiderati è possibile, pur trattandosi di una procedura complessa e che richiede tempo. Il successo dell'eliminazione di un tatuaggio dipende dalla nuance del colore impiegato, dalla composizione chimica dell'inchiostro e dall'abilità professionale del tatuatore, in quanto più il pigmento sarà stato deposto in profondità nel derma, con linee superficiali dal risalto confuso, più difficile sarà la sua rimozione.
La procedura è dolorosa e necessita dell’applicazione di una crema anestetica a base di lidocaina al 10% lasciata agire per non più di un'ora. 
A seduta terminata, dopo l’applicazione di ghiaccio per un ulteriore effetto antalgico, si procederà alla medicazione con derivati dello iodio seguita dall'applicazione di una crema idratante; la medicazione deve essere ripetuta nei giorni successivi fino alla formazione di una crosta, che cadrà nell'arco di dieci giorni. 
La seduta successiva potrà essere ripetuta non prima di sei settimane, di modo che la rimozione dei residui di pigmento frammentato ad opera di macrofagi tissutali. Al termine del trattamento sarà visibile un “fantasma” del tatuaggio, che potrà essere eliminato con l’intervento di un laser ablativo come il Fraxel. 
Per eliminare tatuaggi non più graditi, prenota una seduta di laserterapia al+39 333 5478213!
Share by: