Laser ablativi

Rimozione papillomi con laser 
a Co2  a Torino

La terapia con laser ablativo operata dal dottor Luca Falone nei suoi ambulatori di Torino e Bologna è efficace per l'eliminazione della porzione superficiale della cute e per stimolare la rigenerazione cellulare: è utile per il trattamento di papilloma, cicatrici, rugosità e melasma. Per una terapia personalizzata con laser a Co2 o con laser Fraxel prenota un appuntamento con lo specialista. 

Laser a CO2 per la cura del papilloma

Il dottor Luca Falone nel suo studio di Torino utilizza il laser ablativo a CO2, strumento che ha come bersaglio l’acqua tissutale e presenta una particolare efficacia nel trattamento del papilloma. Il laser viene utilizzato in modalità super pulsata con impulsi luminosi della durata di 1 ms e fluenza eguale o superiore a 1 j/cm², per una capacità di penetrazione di soli 20 µm: in questo modo si ottiene una rimozione efficace dei tessuti con un danno termico minimo e la denaturazione residuale dei tessuti sottostanti, per trasmissione del calore, che non supera i 50-100 µm e nessuna carbonizzazione. Il trattamento è consigliato per la rimozione di lesioni epidermiche quali le cheratosi seborroiche, le cheratosi attiniche, i papillomi e i nevi tuberosi. La procedura consiste in una infiltrazione con lidocaina al 2% a scopo antalgico, e nella progressiva distruzione della neoformazione tramite laser. Il laser ablativo può essere utilizzato anche in maniera frazionata a bassa potenza per procedere ad un ringiovanimento cutaneo e alla cancellazione di rugosità ed imperfezioni della pelle.

Laser Fraxel contro cicatrici e rughe

Il dottor Luca Falone di Torino è specializzato nell'impiego di una vasta gamma di laser ablativi, come quello a Co2 per il trattamento del papilloma. Presso il Poliambulatorio Agresti di Bologna esegue i trattamenti dermatologici tramite il modello Fraxel prodotto dalla Reliant, che emette una radiazione luminosa nel campo medio dell’infrarosso ad una lunghezza di 1550 ηm ed ha come bersaglio l’acqua tissutale. Lo strumento è dotato di un sistema ottico di riconoscimento (IOTS) che è in grado di adattarsi automaticamente e in tempo reale alla velocità con cui l’operatore passa il manipolo sulla pelle del paziente; il software incluso nello strumento laser determina automaticamente la densità degli spot luminosi per tutti i parametri di energia selezionati assicurando che le lesioni limitrofe non siano in contatto e riducendo quindi il rischio di surriscaldamento dei tessuti. Lo scopo della terapia con laser Fraxel consiste nel determinare delle colonne di microperforazioni nella cute da cui inizierà la rigenerazione che porterà alla formazione di nuovo tessuto. In base ai parametri selezionati si possono determinare la profondità della lesione e la densità per cm². 

Essendo la procedura laser moderatamente dolorosa, un’ora prima della seduta verrà applicata una crema anestetica a base di lidocaina al 10% e il trattamento verrà accompagnato da un getto di aria fredda e seguito dall'applicazione del ghiaccio per alcuni minuti. Dopo la cura la zona interessata presenterà un arrossamento e un edema che dureranno non più di 24 ore. La pelle dovrà essere trattata nei giorni successivi con creme idratanti e schermi solari nelle ore diurne e con creme chelanti del ferro alla sera. 
Il Fraxel ha ricevuto l’approvazione della FDA americana per il trattamento delle seguenti condizioni: cicatrici dell’acne; resurfacing della pelle del viso, del collo, del décolleté e delle mani; melasma; cicatrici chirurgiche; rughe periorali; fotodanneggiamento di qualsiasi area del corpo.
Prenota una seduta di laserterapia al+39 333 5478213
Share by: